Archivio tag | Peuceti

STORIA DI LATERZA

Una necropoli del 2000 a.C., ritrovata nel 1965 grazie a lavori di scavo in località Candile, attesta il popolamento del territorio di Laterza sin dall’antichità. La tipologia degli ipogei funerari, le suppellettili e gli utensili in selce ed osso testimoniano la presenza di una popolazione vissuta nel territorio nell’era eneolitica. Testimonianze successive del popolamento dell’area risalgono ai peuceti, all’epoca della Magna Grecia e dell’età romana e sono oggi custoditi nel museo archeologici di Taranto e nel museo archeologico di Matera.

Il territorio laertino è caratterizzato dalla presenza delle gravine, boschi rigogliosi e sorgenti d’acqua, ed è stato sede di insediamenti umani fin dalla preistoria. Tra le testimonianze di tale epoca remota ricordiamo i villaggi trincerati scoperti nel territorio di Laterza nel 1995 e la necropoli dell’età neolitica scoperta nel 1965 in località “Valle delle Rose”. Essa ha permesso di attirbuire la denominazione di Civiltà di Laterza alla cultura che ha lasciato nelle tombe ipogeniche vari strumenti silicei, manufatti in rame e una imponente quantità di vasellame.

La ricca documentazione archeologica recuperata attraverso gli scavi attesta la continuità insediativa della zona nel corso dei secoli, dovuta sicuramente alla possibilità di sfruttare posizioni ben difese, in quanto l’altopiano delle murge, sul quale Laterza sorge, costituisce una specie di sbarramento alla penetrazione dalla fascia litoranea verso l’interno.

Sulla scorta delle conoscenze provenienti dalla letteratura antica quest’area è stata attribuita alla “facies” culturale dei Peuceti popolazione indigena diffusa tra Ruvo ed Egnatia ed estesa verso l’interno fino alla valle del Bradano. con il centro di Silvium, identificato presso l’odierna Gravina di Puglia.

Annunci