Archivio tag | Gravina

LA GRAVINA

La gravina di Laterza è l’esempio più spettacolare, aspro, selvaggio, tra quelle dell’arco jonico, in quanto è caratterizzata da una profondità di 200 metri circa, un’ampiezza di circa 500 metri ed una lunghezza superiore ai 12 chilometri. L’attuale fisionomia della gravina è la conseguenza di due eventi: lo scorrere del fiume Lato che due milioni di anni fa ha eroso i calcari pliocenici e pleistocenici, scoprendo quelli del cretaceo, e la successiva azione erosiva da parte degli agenti atmosferici.
Lungo i suoi pendii si trovano specie vegetali che hanno sviluppato specifici adattamenti per sopravvivere alla forte insolazione e allo scarso apporto idrico, quali i boschi di Quercus Troiana, presenti in Italia solo sulle murge pugliesi e materane. Per quanto concerne la fauna, la gravina di Laterza ospita alcune tra le specie volatili a più alto rischio di estinzione dell’Europa meridionale, tra questi il Capovaccaio.

Annunci